top of page

Produzione spettacoli

AnimaFemina è un collettivo di artisti, officina di produzione e compagnia teatrale. Ha all’attivo una lunga lista di spettacoli che uniscono tra loro varie arti e diversi linguaggi. Con lo spettacolo “Contesa d’amore - lei la sua ombra e l’uomo seduto” ha conquistato teatri e premi in giro per l’Italia (Fasano, Gad di Pesaro, Città della Pieve 2018). A seguire lo spettacolo musicale “Kalimat” (2018), “Mirari” (2019, versi prosa e musica) , “Tres Sirenas” (2020, musiche e prosa), “La meraviglia e il velo che cade” (2020) che ha coinvolto l’Orchestra Sinfonica Rossini, la conversazione teatrale musicata “L’albero del Paradiso - l’immaginario comune cristiano e islamico alla base della Divina Commedia” (2021), la narrazione animata per bambini “L’avventuroso viaggio di Dante mio Babbo” (2021), “Cantata de’ Core” (2022) dedicato a Pasolini come autore di canzoni. Infine “Pentesilea” (2022), uno spettacolo di versi, prosa e musica che rilegge il controverso mito della regina delle Amazzoni.

Pentesilea 

la danza degli opposti

Conversazione teatrale composta da narrazione, poesia, prosa e musica che presenta il mito della regina delle Amazzoni e dell'incontro con il suo "altro" Achille: un racconto archetipico profondo e attuale.

L'albero del paradiso

Il comune immaginario cristiano ed islamico alla base della Divina Commedia

Un viaggio nei testi della letteratura popolare islamica dedicata ai racconti di Maometto che hanno fortemente influenzato la costruzione poetica della Divina Commedia.

La meraviglia e il velo che cade

Il sacro e lo stupore

Epifania come rivelazione. Con il suo suono, il suo incedere. La storia popolare racconta a suo modo l'apparire del sacro, mai staccandosi dal profano e dal canto. In collaborazione con l'Orchestra Sinfonica Rossini.

Tres Sirenas

Canti e racconti sull'andare

Tra suoni e lingue differenti, tradizioni vicine e assonanti, si racconta l'umano e antico istinto del migrare, dell'andare, del cercare altrove. Musiche dalla tradizione berbera, portoghese, napoletana, greca. Testi di chi ha parlato con parole che sono mondi, dell'andare: Pier Paolo Pasolini, Erri De Luca, Gabriel Garcia Marquez.

Contesa d'amore

Lei, la sua ombra e l'uomo seduto

Drappi bianchi disegnano una scena a metà fra il quotidiano ed il sospeso. Siamo all'interno di una stanza, di una coppia e della sua storia. Soprattutto, siamo all'interno di una donna e dei suoi diversi volti, i suoi opposti, le discrepanze. In scena due donne sono una e raccontano attraverso molteplici linguaggi (la parola, il corpo, la voce che intona) ogni singolo nodo del rapporto con l'altro, con quell'uomo tanto desiderato agognato e rincorso eppure distante: la relazione e le sue dinamiche viste dall'interno di una donna, dal suo punto di vista esistenziale che trascende il piano del semplice vissuto per abbracciare quello universale.

contesa.jpeg
bottom of page